Letterature, Paradigmi e Culture

All’interno della più ampia Metafora euristica della Città universale come Rappresentazione ideale del Sapere, credo sia possibile distinguere tra tre livelli principali di Analisi, Interpretazione e Spiegazione di quel Fenomeno che usualmente chiamiamo “Conoscenza”:

A) in primo luogo, l’insieme tendenzialmente limitato delle opere di un Autore, denominato generalmente “Letteratura primaria”, attorno al quale si forma di solito una sconfinata serie di opere di commento anche nota sotto il nome di “Letteratura secondaria”;

B) in secondo luogo l’insieme limitato delle Ipotesi tratte dall’opera di uno o più autori e costituente la Teoria principale o Paradigma attorno al quale si dispongono le Teorie ausiliarie posizionate a difesa del Nucleo teorico principale e denominate anche come Ipotesi ad hoc e/o Cintura protettiva;

C) in terzo luogo il vasto Insieme Culturale dominante comprendente l’Insieme delle Teorie, scientifiche e non, da questo ritenute valide, ed attorno al quale si posizionano quelle Culture che hanno accettato, consciamente o inconsciamente, di vivere sotto le stesse Credenze.

Per ognuno di questi tre livelli epistemici ed euristici si può poi registrare una Proliferazione di Fatti e Consensi attorno a un autore e/o a una teoria e/o a una cultura che chiameremo “Progresso” o, viceversa, un decremento di Fatti e Consensi che chiameremo altre sì “Regresso”.

Gran parte delle Credenze che la Cultura occidentale ha considerato “non scientifiche” sono andate a costituire per un breve periodo, o non hanno costituito affatto un Paradigma, influenzando di fatto solo marginalmente l’Ambito culturale ed extraculturale.

La maggior parte delle teorie considerate scientifiche dalla Cultura occidentale sono invece entrate a far parte del suo Bagaglio di Miti e/o Discorsi costituendo dei veri e propri Paradigmi e facendo cadere sotto la propria “Influenza”, consciamente o inconsciamente, anche un certo numero di Culture diverse.

In questo senso le numerose Letterature primarie, i vari Paradigmi e le diverse Culture hanno dimostrato di potersi ampliare dai loro ideali Centri storici verso le sconfinate Periferie delle Letterature di commento, delle Ipotesi ausiliarie e delle altre Culture, nella Misura in cui e fino a quando, alla stregua dei grandi Centri urbani, sono riusciti ad accogliere sotto la loro Sfera d’influenza, intellettuale e fattuale, molti Fatti e Abitanti nuovi.