Cultura

Il Mondo come Storia Irrazionale

Nell’articolo “L’Irrazionalismo Storico di Spengler”, apparso su questo blog Novo Stilos il 20 marzo 2020, ho indicato alcune significative analogie tra “Il Mondo come Volontà e Rappresentazione” (1819) di Arthur Schopenhauer (1788-1860) e “Il Tramonto dell’Occidente” (1918-1923) di Oswald Spengler (1880-1936).  In questo breve approfondimento vorrei solo mettere in evidenza una coppia di ulteriori similitudini […]

L’Irrazionalismo Storico di Spengler

Tra la prima edizione della maggiore opera di Arthur Schopenhuer (1788-1860), “Il Mondo come Volontà e Rappresentazione” (1819), e l’apparizione del primo volume del Saggio di Oswald Spengler (1880-1936), “Il Tramonto dell’Occidente” (1918), corre quasi esattamente un centenario.   L’opus maius schopenhaueriano costituisce un’applicazione dell’indirizzo filosofico irrazionalista ai campi della Metafisica, dell’Etica e dell’Estetica mentre il […]

Dall’Intelletto comune allo Spirito universale

A pagina 75 dell’opera “Sistema dell’Idealismo trascendentale”, pubblicata per la prima volta dal filosofo tedesco F.W.J. Schelling (1775-1854) nel 1800 e qui citata nell’edizione Bompiani Testi a fronte (Milano, gennaio 2006), è possibile leggere:   “Resta inteso che il mondo oggettivo appartiene unicamente a quelle limitazioni necessarie che rendono possibile l’autocoscienza (l’io sono); per l’intelletto comune […]

Dalla Contemplazione alla Relazione

Nel suo famoso saggio sulla “Differenza tra il sistema filosofico di Fichte e quello di Schelling”, pubblicato per la prima volta a Jena nel 1801, G.W.F. Hegel (1770-1831) si è schierato dalla parte dell’allora amico F.W.J. Schelling (1775-1854) nella difesa di un “idealismo oggettivo”, interpretato come una sorta di sintesi tra l’idealismo soggettivo tedesco e […]

La Paura come Motore immobile

A pagina 8 della “Metafisica” (Editori Laterza, Bari 1988) tradotta dal filosofo italiano Giovanni Reale (1931-2014), Aristotele (384 a.C.-322 a.C.) sostiene che la Contemplazione filosofica sorge dalla “Meraviglia” e dallo stupore che gli uomini provano nei confronti del Regno naturale:  “Gli uomini, sia nel nostro tempo che in origine, hanno tratto dalla meraviglia lo spunto per filosofare, […]

Dialettica della Rappresentazione

Come riconosciuto dallo stesso filosofo strutturalista Michel Foucault (1926-1984) nel passaggio dall’Idealismo tedesco ottocentesco allo Strutturalismo francese novecentesco, la Scuola di Francoforte (o “Istituto per la Ricerca Sociale”), fondata nel 1923, ha avuto un ruolo decisivo.    Del resto come ho già scritto nell’articolo “Dalla Struttura allo Strutturalismo”, apparso su questo blog Novo Stilos il 12 novembre […]

Filosofi di Terra e di Mare

Tra i Testi fondamentali della Filosofia occidentale seicentesca si possono annoverare senz’altro il “Leviatano” (1651) di Thomas Hobbes (1588-1679), i “Principi della filosofia” (1644) di René Descartes (1596-1650), l’“Etica” (1677) di Baruch Spinoza (1632-1677) e i “Pensieri” (1670) di Blaise Pascal (1623-1662), di cui per altro mi sono occupato anche nella terza edizione dei Dialoghi aperti sulla Storia della Filosofia (Inverno 2017).      Tra questi quattro autori gli unici due che hanno ricompreso […]

L’Incontro del Millennio

A pagina 23 dell’ottima monografia sul filosofo Thomas Hobbes (1588-1679), redatta dal docente della Harvard University Richard Tuck (classe 1949) (Prima edizione Oxford University press 1989, qui citata nella traduzione italiana della Società editrice Il Mulino 2001), è possibile leggere: “Grazie all’importanza del giovane che accompagnava (William Cavendish, III conte del Devonshire 1617-1684) Hobbes ottenne anche la […]

Dalle Idee alle Strutture

A pagina 363 della monumentale “Storia della filosofia moderna” del filosofo neokantiano Ernst Cassirer (1874-1945), pubblicata in quattro volumi tra il 1906 e il 1950 e qui citata nella traduzione delle Edizioni Einaudi Reprints (Torino 1978), è possibile leggere: “E i grandi sistemi speculativi  postkantiani si distinguono d’ora innanzi a seconda dei presupposti e del punto di partenza in base […]