Due Imperi a Confronto

Nel numero di Novembre 2019 della rivista italiana Limes intitolato “La strana coppia” si parla della singolare alleanza strategica tra la Repubblica Popolare Cinese e la Federazione Russa.

Come recita l’articolo di You Ji a pagina 35 dello stesso rotocalco più precisamente si tratta di un “Partenariato strategico complessivo in una nuova èra” dove “Strategico denota un forte investimento nel campo della sicurezza/difesa” mentre “Complessivo fissa il raggio della cooperazione”.  

In questa sede vorrei porre l’attenzione su alcune analogie che riguardano i due Paesi, oggi più che mai al centro dell’attenzione perché coinvolti in un duello geopolitico con il loro comune competitor , la Repubblica Federale degli Stati Uniti d’America.

In primo luogo le due Superpotenze sono state ufficialmente degli Imperi, dal 221 a.C. al 1911, la Cina ed anche la Russia, dal 1721 al 1917.

Questa constatazione storica ci porta subito alla seconda similitudine che riguarda la questione del Dispotismo, oggi più comunemente noto con la parola Autocrazia.

Nella monumentale “Storia della Cina” (1996) dello storico britannico John Anthony George Roberts (classe 1935) (Newton Compton editori, Roma, gennaio 2002, pagina 19) è infatti possibile leggere:

“Alle idee di Karl Heinrich Marx (1818-1883) fece seguito Karl August Wittfogel (1896-1988) nel suo libro, in passato influente, Il dispotismo orientale, pubblicato nel 1957. […] Dal momento che vi era l’assenza di controlli costituzionali, societari o culturali del potere burocratico il termine dispotismo orientale descrive esattamente la forma di governo cinese”.

Ma qualcosa di simile si può leggere anche nella “Storia della Russia” (1984) di Nicholas Valentine Riasanovsky (R.C.S. libri S.p.a. Milano, luglio 2008, pagina 19):

“È pertanto apprezzabile, se non accettabile, l’opinione (preminente durante l’Illuminismo ma presente anche in altri periodi) di quei pensatori che istituivano un collegamento diretto fra il sistema di governo di un paese e le sue dimensioni e affermavano essere il dispotismo la naturale forma di gestione della Russia

Il terzo punto, che accomuna questi paesi, è quello di costituire due enormi Superpotenze di terra con un’estensione di 9.596.000 km² la Cina e 17.098.242 km² la Russia, rispettivamente il quinto e il primo stato al mondo per estensione territoriale.    

Tutte e due le nazioni hanno poi subito due invasioni dall’esterno, l’una militare, da parte dell’Impero mongolo (1206-1368), e l’altra ideologica, da parte del Comunismo, durante il XX secolo.   

Infine entrambi i paesi ospitano due importanti minoranze di religione musulmana pari all’1,7% circa della popolazione complessiva nella Repubblica Popolare Cinese e al 6% circa nella Federazione Russa.  

Nella foto un’immagine del confine tra la Repubblica Popolare Cinese e la Federazione Russa.