Il Messaggio e la Stirpe

Nel libro ormai best seller del 1982 intitolato “The holy blood, the holy grail” i tre celebri autori Michael Baigent, Richard Leigh ed Henry Lincoln hanno ipotizzato l’esistenza, all’interno dell’ampia cultura cristiana, di due correnti ben distinte ovvero i seguaci del messaggio e quelli della stirpe.

A pagina 412 dell’edizione italiana presso la casa editrice Fabbri editori del 2005 si può infatti leggere:

“Il dissidio tra Pietro e la Maddalena, riscontrato nei Rotoli di Nag Hammadi, attestava apparentemente il conflitto ipotizzato da noi tra i “seguaci del messaggio” e i seguaci della stirpe. Ma furono i primi a uscirne vittoriosi e a plasmare il corso della civiltà occidentale.

Poiché acquisirono un crescente monopolio sulla cultura, le comunicazioni e la documentazione, rimasero scarsissimi indizi che suggerissero l’esistenza della famiglia di Gesù. E c’erano anche meno indizi che potessero stabilire un legame tra quella famiglia e la dinastia merovingia.” (corsivo mio)

Ora è perlomeno interessante notare che una distinzione simile, tra il messaggio e la stirpe, esiste anche all’interno del mondo islamico ovviamente tra il ramo maggioritario del Sunnismo e quello minoritario dello Sciismo.

In ogni caso se si segue l’ipotesi del libro di Baigent, Leigh e Lincoln lo scontro che emerge tra i seguaci del messaggio e quelli della stirpe ricorda molto da vicino quello tra il Vecchio ordine mondiale e il Nuovo ordine mondiale facenti capo rispettivamente alle città di Roma e di Londra.

E a questo proposito rimando anche a quanto ho scritto nei due saggi “Le due Vie del Cristianesimo” e “Iside Rivelata” comparsi su questo blog Novo Stilos il 27 Gennaio 2016 e l’11 Marzo 2016.

Secondo quanto sostenuto da Baigent, Leigh e Lincoln i seguaci della stirpe hanno fatto riferimento alla Maddalena, considerata in questo caso non come prostituta, secondo la versione del messaggio, ma come moglie legittima di Gesù, il Re dei Giudei, sfuggito come per miracolo alla crocifissione.

Del resto questa ipotesi della mancata esecuzione del Messia si trova espressa a chiare lettere anche in alcune e decisive Sure del Corano.

In ogni caso la teoria più sconcertante, presentata dai tre autori anglofoni nel loro famosissimo saggio, è che Gesù, come Re dei Giudei, abbia avuto una discendenza ancor oggi incarnata in alcuni altisonanti nomi della Nobiltà Europea.

Ecco che anche così, in questa versione letteraria, si sono fatte avanti le origini giudaico-cristiane dell’Unione europea che, seguendo quest’ipotesi, rimangono più giudaiche che cristiane, almeno nel senso più usuale che siamo soliti attribuire a quest’ultimo termine.

Nell’immagine la Torre Magdala a Rennes le Château, dipartimento dell’Aude in Linguadoca-Rossiglione (Francia).