Iniziazione e Tradizione

Quando, col nascere del Metodo scientifico moderno, lo Scienziato toscano Galileo Galilei ha affermato che “L’universo è scritto in Caratteri matematici” non ha fatto altro che riprendere e riformulare l’antico e famosissimo Aforisma pitagorico per cui “Tutto è Numero“.

In effetti secondo il Filosofo originario di Samo i Numeri non racchiudono soltanto un Significato quantitativo ma anche Linguistico, Vibrazionale e Mistico ma soprattutto Simbolico.

Del resto la Simbologia rappresenta da sempre la disciplina Madre dei Saperi esoterici così come la Matematica ricopre lo stesso ruolo per le Scienze naturali, la Linguistica per i Saperi dell’Uomo e il Diritto per le Scienze sociali.

Secondo l’esperto di Simbologia Gianfranco Pecoraro, alias Giovanni Francesco Carpeoro, l’Iniziazione e la Tradizione rappresentano i due Modi principali in cui i Simboli circolano nel Mondo e nella Storia, nello Spazio e nel Tempo.

Le Iniziazioni si basano su una profonda e personale Interpretazione mentre le Tradizioni fondano il loro successo sulla Superficiale Ripetizione.

L’Iniziazione conduce infatti a diverse Interpretazioni dei Simboli mentre la Tradizione implica una loro anonima Reiterazione.

Quindi le Iniziazioni stesse costituiscono un Fenomeno che riguarda pochi Eletti mentre la Tradizione spesso veicola Luoghi comuni che finiscono per riguardare intere Masse di persone.

Gli Iniziati occupano quindi da tempo immemore le posizioni più alte del Potere influenzando, manipolando e/o rivoluzionando le differenti Tradizioni in ogni epoca in vigore per le Maggioranze.

Nel corso della Storia questo Processo ha accompagnato e comportato esso stesso la Fondazione di nuovi Credi religiosi, di inedite Ideologie politiche e di inaspettate Formazioni partitiche.

Solo per fare un esempio tra i milioni di quelli possibili i più celebri Illuministi del ‘700 hanno potuto condurre la loro Lotta contro la Tradizione della loro Epoca anche perché, erano essi stessi degli Iniziati.

Immagine del “Pozzo iniziatico” nella Tenuta “Quinta da Regaleira” nei pressi della Città di Sintra in Portogallo