La Nascita della Tragedia

Nella calda estate del 1965, passeggiando sulla spiaggia di Venice beach, nei pressi di Los Angeles, Jim Morrison confessò al suo amico Ray Manzarek la sua idea che la Civiltà occidentale, proprio in California, avesse raggiunto i Limiti della sua Espansione territoriale così come della sua Storia temporale.

In quel tempo aveva da poco realizzato un Cortometraggio sulla Volontà di Potenza, teorizzata quasi un secolo prima dal filosofo tedesco Friedrich Nietzsche, rendendosi però conto molto presto che anche il Cinema era da annoverarsi tra le Arti della Rappresentazione.

Accanto a questa idea vi era anche il Progetto di fondare un gruppo musicale dal nome “The doors”, “Le porte”, ispirato a una frase del poeta William Blake contenuta nel Libro intitolato significativamente “Le porte della percezione” e pubblicato nel 1954 dallo scrittore Aldous Huxley.

L’Aforisma citato recita: “Se le porte della percezione fossero spalancate, ogni cosa apparirebbe all’uomo come realmente è e cioè infinita”.

Il secondo singolo del gruppo che scalò le classifiche nel 1966, è appunto intitolato “Break on Through (To the Other Side)” ovvero “Rompi per venire dall’altro lato” e quindi di nuovo per cogliere il senso dell’Infinito oltre le Porte della percezione.

L’altro lato era considerato infatti dal leader del gruppo Jim Morrison il Mondo della Volontà infinita al di là di quello della Rappresentazione limitata, seguendo in ciò il titolo della celebre opera del filosofo tedesco e irrazionalista Arthur Schopenhauer, “Il Mondo come Volontà e Rappresentazione”.

Nel frattempo la Tragedia greco antica, attraverso la riproposizione del Mito dell'”Edipo re”, portato in scena per la prima volta dall’autore tragico Sofocle, era entrata in un altra canzone del gruppo ovvero “The end” sempre contenuta nell’album di debutto “The Doors” del 1966.

La Musica, la Tragedia e la Poesia, ovvero le Arti della Volontà dionisiaca, secondo Schopenhauer e Nietzsche, da sempre contrapposte a quelle della Rappresentazione apollinea come la Pittura, la Scultura, l’Architettura e il più recente Cinema, sono entrate dunque in modo preponderante nella complessa Opera artistica dei Doors.

Ciò ha fatto della loro Arte un’importante Espressione del Mondo Dionisiaco contrapposto al Regno dell’Apollineo già secondo la celebre distinzione formulata da Nietzsche nella sua “Nascita della Tragedia (dallo Spirito della Musica)”.

Nell’immagine la spiaggia di Venice nei pressi di Los Angeles