L’Essenza dell’Uomo

Secondo l’ex Calciatore e Giornalista David Vaughan Icke e molti altri Studiosi, come ad esempio il Traduttore biblico Mauro Biglino e il compianto Archeologo Zecharia Sitchin, gli Esseri umani sarebbero stati creati come Schiavi per l’Estrazione dell’Oro al servizio di una Razza superiore di Dei Extraterrestri.

Queste supposizioni confermerebbero quanto il Filosofo idealista tedesco G.W.F. Hegel ha affermato a proposito dell’Essenza umana nella sua “Fenomenologia dello Spirito” del 1807 sostenendo che “Il lavoro è l’essenza dell’uomo”.

Sempre secondo il giornalista di Leicester la partenza degli Dei Extraterrestri è avvenuta durante il Diluvio universale che si trova effettivamente narrato in quasi tutti i Resoconti mitici e Religiosi delle svariate Popolazioni antiche sparse sull’intero globo terrestre.

E ancora a parere di Icke, dopo tale Evento catastrofico, le Stirpi ibride, formate dagli Extraterrestri per andare a costituire la futura Classe dirigente, sono rimaste al Comando sul Pianeta terra per imporre il loro Dominio su tutte le altre Forme di Vita.

Attenendoci a questa fantasiosa Narrazione è dunque in questa Occasione che l’incolmabile Distanza tra Governanti e Governati ha raggiunto quell’inedita Rilevanza di cui avrebbero diffusamente parlato in seguito i filosofi Karl Heinrich Marx e Friedrich Engels, nel loro famosissimo “Manifesto del partito comunista”.

In un senso non troppo lontano da questo, il Filosofo greco antico Platone ci ha narrato ne la sua “Repubblica” ideale di una speciale Classe di Guardiani, curiosamente allevata allo scopo di Mantenere e far Funzionare correttamente il Potere politico degli Oligarchi filosofi più illuminati che si sarebbero giustamente insediati sul gradino più alto.

In questo Contesto narrativo, Fondamentale può risultare anche la nozione di “Ideologia” che lo stesso Filosofo di Treviri ha elaborato ne “L’ideologia tedesca” del 1846 anticipando il Concetto di Religione come “Prigione mentale”, menzionato in svariate occasioni dal famoso giornalista di Leicester.

Le Prigioni di cui qui si parla ricordano d’altra parte ancora quelle Caverne platoniche (forse proprio minerarie) in cui lo Schiavo viene descritto come costretto a muoversi all’Oscuro di quella Luce troppo luminescente, che costituisce in sintesi la Verità degli Illuminati.

E qui si capisce anche come a un certo punto gli Strumenti di comunicazione di Massa, come ad esempio la Radio e la Televisione, abbiano sostituito la Forza delle Credenze mitiche e religiose per poter imporre i loro Suoni e le loro Immagini globalizzate, destinate a rimanere per molto tempo Significative, come ad esempio quelle dell’Undici Settembre duemilauno.  

Immagine tratta dal Mosaico della Storia di Giosuè contenuto nella Basilica di San Marco a Venezia