Pulpiti, Altari e Cattedre

In questo nostro Medioevo postmodernoincosciente e tecnologico le Cattedre scolastiche, soprattutto quelle pubbliche, sembrano sempre più assomigliare agli antichi Pulpiti confessionali o agli aggiornati Altari, maggiormente vicini al Fedele.

Del resto già da molto tempo gli stessi Pulpiti presenti nelle Chiese di tutt’Europa hanno assunto la sembianza di Altari e Cattedre dalle quali i Preti e i Pastori impartiscono la loro Lezione, spesso ricca di Omissioni ad hoc per non generare troppo Fastidi Teologici e/o Gnoseologici e/o Epistemici.

In queste Lezioni, che assomigliano sempre più a Messe, e in queste Messe, che assomigliano sempre più a Lezioni, i Temi principali vengono infatti spesso volutamente evitati e trascurati a favore di quelle Curiosità per oziosi, costituenti ormai da molto tempo il Terreno principale dell’Idiotismo scientifico.

D’altra parte quest’ultimo termine non l’ho utilizzato io qui per la prima volta ma è stato coniato dal Filosofo hegelo-marxista György Lukács per designare quelle Ricerche universitarie pseudo-specialistiche già alla sua epoca prive di ogni senso e significato.   

Le Istituzioni pubbliche e private, tramite Concorsi modellati sull’essenza dei Quiz televisivi assieme ai casi di Raccomandazione e a quelli di Fortuna più o meno sfacciata, hanno quindi deciso quali dovessero essere i Sacerdoti della nuova Fede ideologica, statale, ma soprattutto aderente ai dettami della Comunità economica europea.

Programmi ministeriali recitati a mente, come del resto molti Testi biblici sugli Altari di altrettante chiese, hanno così fatto la loro clamorosa comparsa nelle Scuole italiane dal Livello d’istruzione Elementare fino a quello Universitario.

La loro Recitazione è stata affidata a Sacerdoti tanto più Zelanti di seguire lo Schema canonico quanto più Ossequiosi di non perdere quel posto, mai rinnovato a tempo indeterminato dalla Chiesa superiore unica Custode del Sapere, nota anche come Ministero della Pubblica istruzione.

Questa Pratica ecumenica ha raggiunto e raggiunge a tutt’oggi solo il Principale scopo di formare nuovi Sacerdoti, interessati ad una Recitazione mnemonica ed Indifferenti ad un autentico Insegnamento, quanto più attirati da uno Stipendio sicuro e da Mezza giornata libera a disposizione.