Specie naturali e Lingue umane

Il processo di speciazione attraverso cui le varietà si sono differenziate e si differenziano ancora in specie vere e proprie per mutazione e isolamento, secondo la celebre teoria evoluzionista di Charles Darwin, ricorda da vicino il procedimento tramite il quale i dialetti, quali casi particolari di una sola lingua, hanno finito e finiscono per tramutarsi a loro volta in lingue ben definite. 

Uno degli esempi a noi geograficamente e storicamente più vicino di tale passaggio è stato quello del Latino che si è dapprima diversificato nei diversi dialetti europei per poi dar vita alle lingue nazionali dell’Italiano, del Francese, dello Spagnolo, del Rumeno eccetera eccetera.

Anche in Italia il passaggio da una varietà del latino, qual’è stato il Volgare, a una lingua nazionale ben precisa è avvenuto per mutazione spontanea e isolamento geografico.

Questo processo è poi stato sicuramente accelerato da quell’immensa operazione di codifica che lo scrittore Dante Alighieri ha compiuto nella sua opera principale: la “Divina Commedia”.

Preistoria e Storia hanno visto dunque specie e lingue nascere e perire sotto i colpi della selezione naturale e/o delle rivoluzioni culturali che con le loro mani invisibili hanno mutato e isolato l’essere della natura e degli uomini. 

Si pensi a questo proposito alla specie del Mammut e alla lingua latina: a entrambi sono sopravvissuti l’elefante e l’italiano ma non, appunto, i loro antenati sebbene se ne sia continuato a parlare giustamente e diffusamente in molte scuole del mondo e per molti secoli.

Al modo in cui lo scambio sessuale tra gli esseri della stessa specie ha permesso e permette il trasferimento di geni e quindi la formazione di nuovi individui così lo scambio linguistico tra i parlanti della medesima comunità linguistica ha consentito e consente tutt’oggi il trasferimento di suoni e quindi la formazione di nuovi termini

I nuovi individui e le nuove parole, formandosi, hanno cambiato, cambiano e cambieranno ancora impercettibilmente le specie naturali e le lingue umane che in tal modo si sono evolute, si evolvono e si evolveranno, trasformandosi continuamente.