Oswald Spengler

Il Mondo come Storia Irrazionale

Nell’articolo “L’Irrazionalismo Storico di Spengler”, apparso su questo blog Novo Stilos il 20 marzo 2020, ho indicato alcune significative analogie tra “Il Mondo come Volontà e Rappresentazione” (1819) di Arthur Schopenhauer (1788-1860) e “Il Tramonto dell’Occidente” (1918-1923) di Oswald Spengler (1880-1936).  In questo breve approfondimento vorrei solo mettere in evidenza una coppia di ulteriori similitudini […]

L’Irrazionalismo Storico di Spengler

Tra la prima edizione della maggiore opera di Arthur Schopenhuer (1788-1860), “Il Mondo come Volontà e Rappresentazione” (1819), e l’apparizione del primo volume del Saggio di Oswald Spengler (1880-1936), “Il Tramonto dell’Occidente” (1918), corre quasi esattamente un centenario.   L’opus maius schopenhaueriano costituisce un’applicazione dell’indirizzo filosofico irrazionalista ai campi della Metafisica, dell’Etica e dell’Estetica mentre il […]

Dalle Brevi alle Lunghe Narrazioni

Per mesi, se non per anni, mi sono occupato di mettere in evidenza quei tratti teorici essenziali che hanno Geograficamente e Storicamente determinato le peculiarità di ogni Indirizzo filosofico occidentale specifico rispetto a tutti gli altri.  Nel far ciò sono emersi degli Insiemi dottrinali sufficientemente riconoscibili anche dal punto di vista di un osservatore esterno, come […]

Dal Post-Antico al Post-Moderno

A pagina 14 della discussa opera “Il tramonto dell’occidente”, pubblicata per la prima volta tra il 1918 e il 1923 nelle città di Vienna e Monaco dal filosofo tedesco Oswald Spengler (1880-1936) e qui citata nella Collana “Biblioteca della fenice” (Editore Guanda, quarta ristampa, ottobre 2005) è possibile leggere:  “Come si vede, il tramonto dell’occidente, fenomeno circoscritto spazialmente e temporalmente come lo fu […]